Home Economia Stellantis inizierà ad esportare veicoli commerciali leggeri prodotti in Russia verso l’Europa...

Stellantis inizierà ad esportare veicoli commerciali leggeri prodotti in Russia verso l’Europa occidentale

146
0

Stellantis, la società nata dalla fusione di Fiat Chrysler e Peugeot, possiede solo l’1% del mercato automobilistico russo, dove ha una joint venture con il produttore giapponese Mitsubishi a Kaluga, situata a circa 125 miglia a sud-est di Mosca.

Martedì, Stellantis ha dichiarato che prevede di iniziare le esportazioni di minivan Peugeot Expert, Opel Vivaro e Citroen Jumpy nell’Europa occidentale il prossimo mese, poiché la produzione totale di auto Peugeot, Citroen e Opel nello stabilimento di Kaluga è raddoppiata nel 2021.

Stellantis, che prevede di avviare la produzione del monovolume Fiat Scudo in Russia entro la fine dell’anno, con l’obiettivo di venderlo all’estero, vuole trasformare lo stabilimento di Kaluga in un hub di esportazione per la fornitura di motori e automobili in Europa, America Latina e Nord Africa.

Read:   Cosa ha detto la Germania dopo che la Russia ha chiesto all'UE di pagare il gas in rubli?

I veicoli commerciali prodotti in Russia si aggiungerebbero a quelli prodotti negli stabilimenti Stelllantis nel Regno Unito e in Francia, a causa della crescente domanda globale di furgoni.

La crescita delle vendite di auto nuove in Russia dovrebbe rallentare al 3,3% quest’anno dal 4,3% nel 2021 a causa della mancanza globale di componenti elettronici, difficoltà logistiche e costi più elevati, che portano ad un aumento dei prezzi delle auto per gli acquirenti russi.

Martedì, Stellantis non ha menzionato nessuno di questi problemi nella sua dichiarazione, affermando che le sue vendite globali in Russia, un mercato dominato dal produttore controllato da Renault AvtoVaz, sono aumentate del 65% lo scorso anno.

Read:   Quindici stati hanno ridotto le accise sul carburante. ONG: La misura aiuta di più chi ha un reddito elevato

Questo mese, Washington ha minacciato pesanti sanzioni per scoraggiare la Russia dall’invasione dell’Ucraina, una mossa negata da Mosca, che potrebbe bloccare l’accesso del Paese alle forniture elettroniche globali, ostacolando ulteriormente l’industria automobilistica locale.

Consigliamo inoltre:

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteJohnson & Johnson prevede un aumento di $ 3,5 miliardi delle vendite di vaccini Covid-19 a $ 3,5 miliardi nel 2022
Articolo successivoCome ha posato Laura Cosoi sulla spiaggia in Thailandia. La stella è incinta di 5 mesi