Home Economia SWIFT si prepara a rispettare le nuove restrizioni imposte alle banche russe

SWIFT si prepara a rispettare le nuove restrizioni imposte alle banche russe

89
0

“Stiamo lavorando con le autorità europee per comprendere i dettagli delle entità soggette alle nuove misure e ci stiamo preparando a rispettare le nuove disposizioni”, si legge in una dichiarazione di SWIFT (Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication), secondo Agerpres.

I paesi occidentali hanno adottato una nuova serie di sanzioni contro Mosca dopo l’invasione dell’Ucraina, in particolare decidendo di escludere molte banche russe dal sistema interbancario SWIFT, uno strumento chiave per la finanza globale, secondo una dichiarazione della Commissione europea.

L’esclusione impedirà loro di operare in tutto il mondo e bloccherà di fatto le esportazioni e le importazioni, secondo l’esecutivo dell’UE.

La Commissione europea ha anche deciso di congelare i beni della Banca centrale russa, affermando: “Ciò paralizzerà le sue transazioni e renderà impossibile per la Banca centrale liquidare i suoi beni”.

Read:   La Germania ha avvertito di una crisi economica globale dovuta al conflitto in Ucraina

Più di 11.000 istituti finanziari in 200 paesi utilizzano SWIFT per scambiare informazioni di pagamento.

Il presidente del PNL, Florin Cîţu, ha trasmesso, domenica mattina, dopo la decisione sull’eliminazione di alcune banche russe dal sistema SWIFT, che tutte le banche avrebbero dovuto essere eliminate e le misure devono essere attuate con urgenza da tutti i Paesi.

“La Romania deve bloccare qualsiasi fonte di finanziamento, in particolare dal bilancio, per le società di proprietà russa”, ha affermato Citu.

“Finalmente è stato deciso di escludere alcune banche russe da SWIFT. Tutti dovrebbero essere esclusi”, ha scritto domenica Florin Cîţu su Facebook.

Read:   Le vendite di NFT hanno raggiunto $ 555 milioni nell'ultima settimana. Quali sono state le collezioni più vendute

Ritiene molto importante che la Banca nazionale russa non abbia più accesso ai suoi beni

all’estero.

“Ma affinché queste misure siano interessate, devono essere attuate URGENTEMENTE da ciascun Paese. È la parte più importante. Identificare tutte le fonti di finanziamento che raggiungono Mosca e sono bloccate. La Romania deve attuare rapidamente queste misure e bloccare qualsiasi fonte di finanziamento, in particolare dal budget, per le società di proprietà russa “, ha scritto il leader del PNL.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteLufthansa non utilizzerà più lo spazio aereo russo per i prossimi sette giorni e i voli per la Russia saranno sospesi
Articolo successivoGazprom annuncia che le esportazioni di gas attraverso l’Ucraina verso l’Europa continuano normalmente