Home Technologia Uomo in stato di gravidanza e persona incinta tra i 37 nuovi...

Uomo in stato di gravidanza e persona incinta tra i 37 nuovi emoji che usciranno a breve su iPhone

85
0

Il design della nuova emoji è stato originariamente scelto nel settembre 2021 dall’Unicode Consortium, un’organizzazione senza scopo di lucro che supervisiona gli standard delle emoji su tutti i dispositivi.

Emojipedia, uno dei principali siti Web di emoji, ha rilasciato questa settimana i modelli Apple per la nuova grafica dopo che sono stati rilasciati in iOS 15.4 beta.

La versione include 37 nuove emoji, tra cui una faccia che si scioglie, una mano di saluto e un’emoji che si morde le labbra. Oltre alle 37 nuove emoji, ci sono 75 nuove tonalità della pelle in Emoji 14, per un totale di 112 nuovi personaggi, secondo McRumors.

Read:   vivo lancia in Europa uno smartphone con doppia fotocamera selfie V23 5G

Due dei modelli più discussi sono l’uomo incinta e la persona incinta.

Sebbene l’intenzione degli sviluppatori sia quella di presentare modelli più inclusivi per un insieme diversificato di utenti di smartphone, l’emoji dell’uomo incinta ha suscitato molto dibattito online.

“Come puoi creare un’emoji da qualcosa che non esiste?” ha chiesto un utente di Twitter, a cui un altro utente ha risposto con un’emoji di unicorno.

Molti post che criticavano l’emoji dell’uomo incinta avevano un tono politico, con alcuni utenti che attaccavano la “sinistra” per il nuovo design.

La nuova emoji sarà disponibile su iPhone e iPad con iOS 15.4 e iPadOS 15.4, più su Mac con macOS Monterey 12.3. Apple non ha rilasciato una data di rilascio per iOS 15.4, ma MacWorld prevede che sarà disponibile al pubblico entro aprile 2022.

Read:   Huawei ha lanciato in Romania i modelli P Series - P50 Pro e P50 Pocket

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteLa leggenda della NFL Tom Brady si ritirerà dopo 22 stagioni
Articolo successivoGiochi invernali, sì o no, ma già