Home Technologia Vantaggi e svantaggi delle smart TV QLED e OLED

Vantaggi e svantaggi delle smart TV QLED e OLED

119
0

Ognuno ha i suoi vantaggi e svantaggi, in cui uno ha una luminosità massima maggiore, ma l’altro ha un contrasto e una rappresentazione più realistica dell’immagine. Quindi diamo un’occhiata a ciò che è buono e ciò che è buono in ciascuna di queste tecnologie.

3 vantaggi dei QLED

I QLED sono la massima espressione della tecnologia LCD odierna. Questa tecnologia utilizza la retroilluminazione a LED per illuminare il pannello LCD anteriore. Nel caso dei QLED, la retroilluminazione dei LED avviene con luce blu anziché bianca, quindi i punti quantici davanti a loro filtrano la luce per dare il colore desiderato in qualsiasi momento.

QLED Emag TV guarda l’offerta del giorno!

Il vantaggio di questo è che l’immagine è più luminosa, con i televisori QLED che raggiungono valori di 4.000 nits. Ciò si traduce in un’immagine molto più luminosa e realistica con una gamma più ampia di colori. Pertanto, la precisione del colore è superiore a quella dei televisori LCD ed è persino allo stesso livello di quella dei televisori OLED.

Un altro vantaggio dei QLED è che non si bruciano nel tempo. La durata dei pannelli OLED è limitata perché utilizzano composti organici, mentre i QLED offrono la stessa qualità anche dopo migliaia di ore.

2 svantaggi dei QLED

D’altra parte, ci sono due svantaggi dei televisori QLED. Il primo e più ovvio è quando si tratta di riprodurre contenuti HDR. Sebbene siano in fase di sperimentazione nuove tecnologie, come Mini LED o microLED, i televisori QLED di oggi utilizzano aree di illuminazione più indipendenti.

Ad esempio, un pannello QLED può avere centinaia di aree di illuminazione a LED locale che possono essere attivate o disattivate per visualizzare una candela su uno schermo circondato da uno sfondo nero. Le zone più lontane dalla candela possono essere facilmente estinte e appaiono di un nero intenso in assenza di illuminazione. Tuttavia, ci sarà un’area in cui c’è una parte illuminata, come una fiamma di una candela, e un’altra area nera. In quel nero, vedremo scorrere parte della luce bianca, dando origine ad un effetto chiamato “bloom”.

Read:   Apple potrebbe lanciare un MacBook Pro a basso prezzo

Questo ci porta al secondo svantaggio, ovvero che le sfumature di nero visualizzate dagli schermi QLED non sono reali al 100%, o almeno non nelle aree illuminate. Nelle zone in cui i LED sono spenti sarà nero reale al 100%, ma nelle zone con un misto di elementi scuri e chiari vedremo neri con una sfumatura biancastra, mentre nel caso di LCD tradizionali senza zone illuminate con LED dovremo li vedrà completamente neri.

3 vantaggi degli OLED

Nella tecnologia OLED, come accennato in precedenza, i pixel stessi sono quelli che vengono illuminati, quindi non è necessaria la retroilluminazione. Pertanto, ogni pixel può essere controllato individualmente, ottenendo colori perfetti per ogni pixel. Il nero è puro perché ogni pixel può essere disattivato, quindi durante la visualizzazione di contenuti HDR non c’è fioritura, che è il primo grande vantaggio.

Il secondo grande vantaggio è che i pannelli OLED sono più sottili perché non richiedono un pannello retroilluminato, con pixel più vicini al vetro, colori più uniformi e angoli di visuale migliori. In generale, la qualità dell’immagine è migliore, anche se la luminosità massima è inferiore, come vedremo di seguito.

Un altro grande vantaggio dei pannelli OLED è nei giochi. Nel caso dei QLED, i pixel hanno bisogno di più tempo per cambiare colore, mentre nel caso degli OLED il cambio è quasi istantaneo. Ciò migliora il tempo di risposta dello schermo, rendendolo ideale per i giochi, poiché noterai l’azione molto più velocemente sullo schermo. Se le due tecnologie sono uguali, si parla di input lag, in cui le Smart TV con entrambe le tecnologie di solito incorporano modalità come Game Mode per ridurre gli aiuti all’immagine, riducendo le cifre a circa 10 o 15 ms nella migliore delle ipotesi.

Read:   Logitech lancia la tastiera meccanica POP colorata e il mouse POP

2 svantaggi degli OLED

Il grande svantaggio è che i pannelli OLED si consumano nel tempo. I LED hanno componenti organici che perdono le loro proprietà, il che provoca la bruciatura delle immagini sullo schermo se rimangono visualizzate per lungo tempo. Sebbene siano state introdotte tecnologie per mitigare questo problema, come spostare i pixel in alternanza con i pixel vicini, è probabile che vengano contrassegnate migliaia di ore, come quelle di un canale TV che guardi spesso o il tabellone segnapunti se giochi molto a FIFA.

Il secondo svantaggio è che la luminosità massima è inferiore, cosa importante da considerare se si dispone di una Smart TV in una zona con molta luce ambientale. Sebbene la luminosità massima sia maggiore sui QLED, il contrasto è maggiore sugli OLED, perché poiché i pixel sono spenti quando viene visualizzato il nero, il contrasto è, a tutti gli effetti, infinito. Questo dà un maggiore senso di luminosità e presenza per i contenuti illuminati, ma in generale la luminosità massima non è così alta come nei QLED.

Articolo precedenteL’UE impone nuove restrizioni alla Russia: i beni di 160 oligarchi russi e membri del Consiglio saranno congelati. Le restrizioni si applicano a un totale di 862 persone
Articolo successivoApprovato il primo provvedimento per la nazionalizzazione delle società a partecipazione straniera in Russia, “per evitare il fallimento”