Home Sport “Voglio tornare e vincere come ha fatto Rafa Nadal”

“Voglio tornare e vincere come ha fatto Rafa Nadal”

78
0

Questo sta iniziando! Domani. Dove sempre. Nel circuito caldo, piovoso e completissimo (rettilinei lunghi, rettilinei più corti, curve di ogni tipo). Sepangen Kuala Lumpur, Malaysia. Con 24 piloti postini. Nove spagnoli, sette italiani, due francesi, due australiani, due sudafricani, un portoghese e un giapponese. Già senza il mitico Valentino Rossi in pista, ma dietro il muro, guidando la sua nuova squadra di MotoGP. E, fortunatamente, con l’otto volte iridato Marc Marquez (Honda)completamente guarito dal suo secondo episodio di diplopia e in procinto di avere, dice, il suo braccio destro a pieno regime.

Il Campionato del Mondo della massima categoria del motociclismo, nella cui griglia ci sarà 14 campioni del mondoha questo fine settimana, sabato e domenica, il suo battesimo per continuare, dall’11 al 13 febbraio, sulla nuova via di Mandalicaen Indonesiae finiscono per fare il loro grande debutto, come sempre, alla notte del Qatar a Doha, in Qatar, il 6 marzo, la prima delle 21 grandi premi che compongono il calendario (speriamo che la pandemia permetta a tutti di correre) e che si concluda Cheste (Valencia)6 novembre.

Due chiari favoriti

Dopo il regno dei maiorchini Joan Mir (Suzuki)domani il giovane francese indossa una corona Fabio Quartararo, che Yamaha coccola come se fosse un brillante, e lo è! Dicono che lui ‘Diavolo’ È stato tentato da tutte le fabbriche questo inverno, ma rimane fedele alla firma dei diapason. Dicono che il suo grande rivale sarà l’italiano ‘Pecco’ Meteo a Bagnaia e la sua impressionante Ducati ‘Desmosedici’, ma dicono anche che la ricomparsa di Márquez e quella che dovrebbe essere una rivoluzionaria Honda RC213V possa complicare la conquista dei due grandi favoriti.

Read:   L'1x1 dei giocatori del Barça contro Alavés

La verità è che l’apparizione di MM93 in alcune prove che per il campione di Cervera (Lleida) erano, ancora, nell’aria, è la grande novità di questo inizio di Coppa del Mondo. Questo è stato il quarto inverno in cui Márquez non ha ferie. Nel 2018-19 ha subito un intervento chirurgico alla spalla sinistra; nel 2019-20, dalla spalla destra; nel 2020-21, il disastroso infortunio al braccio destro e questo inverno, al recupero dell’omero destro, si è aggiunto un secondo episodio di diplopia (il precedente è stato nel 2011), che lo ha tenuto in piedi per molte settimane .

“Sono felice, molto felice, perché mi sono completamente ripreso dalla vista”, ha detto Marquez prima di partire per la Malesia e dopo l’allenamento a Ponts con una Honda da motocross a Portimao, in Portogallo, con una potente RC213V Replica e altre sessioni con una Honda CBR600. Márquez non guida la sua Honda MotoGP da quando ha vinto il GP dell’Emilia Romagna il 24 ottobre. “Ho una voglia matta di riprovarci, anche se dovrò stare molto attento quando entrerò in contatto a Sepang”.

Coccola il fisico

Marquez, che odia il freddo e si sente felice nel caldo di Kuala Lumpur, è scappato a Granada con il suo gruppo di amici e ammette di sentirsi sempre meglio dal braccio destro. “Ho detto che la mia priorità quest’anno sarà quella di prendermi cura del mio fisico, coccolarlo, lavorarci su con un programma molto dettagliato perché voglio essere al 100%, altrimenti è impossibile competere di nuovo come voglio, con il mio stile.”

Read:   Laporta sullo scandalo dell'invasione tedesca al Camp Nou: "Tutto straripato"

Il leader della Honda, che condividerà la messa a punto della nuova Honda con il fratello Alex, Pol Espargaró e Takaaki Nakagami, afferma di aver assistito alla vittoria di Rafa Nadal agli Australian Open, dopo molti mesi senza gare e gravemente infortunato, è stata una grande spinta per adrenalina. “La vittoria di Rafa, un grande esempio per qualsiasi atleta e, ovviamente, un punto di riferimento per me visto che sto attraversando una situazione molto simile, ha significato un’enorme spinta di motivazione e una tremenda voglia di continuare a lottare. E, in tal senso, spero che possa vincere ancora come ha fatto”.

“La mia priorità quest’anno è prendermi cura del mio fisico, migliorarlo con l’allenamento in modo da poter volare come voglio”.

Marc Márquez / Pilota ufficiale del team Repsol Honda

Notizie correlate

“Per essere competitivi, per provare a vincere, in qualsiasi sport, non solo bisogna avere la preparazione e le armi giuste per farlo – ha aggiunto il pilota del Cervera – ma l’artiglio, la motivazione e, soprattutto, la mentalità che ha e tiene Nadal per più di cinque ore, quanto è durata la sua battaglia con il russo Daniil Medvedev. Fantastico, davvero. Insisto, un bell’esempio”.

Marcheseoltre ai suoi due compagni di squadra Honda, Alessio y ‘Policcio’sarà accompagnato sulla griglia della MotoGP dalla coppia Aleix Espargaro y Maverick Vinales, in Aprilia, che promette di lottare per il podio; dall’eterno tandem dei vincitori Suzuki, composto da crisma y Alex Rins; per i coraggiosi e gli intrepidi Jorge Martinstraordinario ‘rookie’ del 2021, sempre candidato al ‘cassetto’ e al debuttante e prodigioso Raul Fernándeze KTM.

Articolo precedenteLa Spagna affronterà nuovamente il Portogallo e si batterà per il bronzo nel Campionato Europeo di Futsal
Articolo successivoPechino risponde al boicottaggio internazionale all’apertura dei Giochi invernali